lunedì 12 settembre 2016

Il Segreto: Sol vuole lasciare Puente Viejo - Video


In questi giorni abbiamo parlato della decisione di Sol di chiude ogni rapporto con Lucas che terrà banco nelle prossime puntate de Il Segreto. E tutto ciò per via del passato della ragazza..

La crisi di Sol, come ci dicono le Anticipazioni, si rivelerà davvero profonda: ora che tutti sanno qual era il suo lavoro a Valencia, lei non vedrà possibilità di stabilirsi a Puente Viejo, rifacendosi una vita.

Decisa a vivere in un luogo in cui nessuno conosce niente di lei, Sol deciderà di lasciare Puente Viejo e chiederà a Severo di comprenderla.. Come reagirà lui? Maggiori dettagli nel video che segue. 

1 commento:

  1. Non sopporto la violenza con cui Severo ha trattato la sorella e la complicità dell'amico Carmelo in tutto questo. Ben venga averle offerto la possibilità di avere tutto riscattandosi dalla prostituzione ma se la donna non voleva non aveva nessun diritto di sequestrarla. Almeno Carmelo poteva avere un po' più di senno e liberarla, invece si è mostrato più spietato del fratello: Sol era priva di sensi e Carmelo non voleva neppure chiamare il medico per timore che la liberasse. E questo è amore? Se questo è amore io preferisco che tutti mi odino così non rischio di essere reclusa. Pessimo esempio per tanti genitori preoccupati per figli che possono avere amori ed amicizie errati, che rischiano con la droga: con l'esempio di Severo tanti penseranno di risolvere legando un figlio mani e piedi. Ho letto che Sol si riconcilierà con il fratello e progetterà con lui di trasferirsi a Madrid. Non mi piace questo finale; avrei voluto che ci fosse stata fatta giustizia. Ieri Lucas si impegnava a denunciare se Sol, dopo 24 ore, fosse stata ancora trattenuta contro volontà. Avrebbero dovuto liberarla dopo di che la donna sarebbe dovuta andare via dicendo al fratello che, dopo ciò che le aveva fatto, non c'era più possibilità di ricucire. Io, al posto di Sol, lo avrei fatto dannare facendogli credere con una lettera che, una volta andata via liberata dalla polizia, mi sarei suicidata non potendo sopportare il ricordo della prigionia in mano a lui. E' più accettabile che a sequestare sia un carnefice, un delinquente he vuole il riscatto, ma è assurdo che lo faccia un congiunto perchè mi vuole bene. Perbacco, di persone che mi odiano probabilmente non ne troverò sul mio cammino mentre di coloro che mi vogliono bene ce ne saranno tanti e, man mano che si vive, se ne aggiungono

    RispondiElimina